Scuole di Cinema sul SET -  Scuola di Cinema sul SET

News & Events del Centro di Formazione Cinematografico

Chiama OGGI per conoscere le Novità del C.F.C. Nazionale

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET


Prenota Oggi la tua Partecipazione GRATUITA al WorkShop di RECITAZIONE .:: Maggio 2017 ::. Centro Formazione Cinematografico Nazionale - 06 7842112


Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET

Prenota OGGI la tua presenza ai Bienni di RECITAZIONE, REGIA, FOTOGRAFIA MONTAGGIO e alle AUDIZIONI di RECITAZIONE Cinematografica Televisiva e Teatrale sui SET e nei PALCHI. Vieni a Trovarci per conoscere le IMPORTANTI novità del prossimo Anno Accademico. Biennio Professionale di Recitazione Cinematografica Televisiva e Teatrale. Biennio di FilmMaker con DIPLOMI in Regia, Fotografia e Montaggio e . Non esitare e Invia la tua RICHIESTA scrivendo una E-Mail a segreteria@scuoledicinema.com



12 Agosto 2017   -   Dentro la Fascia di Kuiper è un FILM in fase di realizzazione presso il Centro di Formazione Cinematografico Nazionale

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET "Dentro la Fascia di Kuiper" è il titolo di un FILM in gran parte realizzato con Effetti Speciali (VFX), Animazioni 3D e Motion graphics sulla nascita dell'intero Sistema Solare circondato dalla Fascia di Kuiper. In esso anche le esplorazioni della NASA e delle sue Sonde, determinanti per la conoscenza sulla nascita e l'evoluzione del Sole e dei suoi Pianeti. Attualmente è in Post-Produzione anche il primo Trailer del FILM .:: www.scuoledicinema.com ::.

La fascia di Kuiper o fascia di Edgeworth-Kuiper (dal nome dei due astronomi Kenneth Edgeworth e Gerard Kuiper) è una regione del sistema solare che si estende dall'orbita di Nettuno (alla distanza di 30 UA) fino a 50 UA dal Sole. Si tratta di una fascia costituita da corpi minori del sistema solare esterna rispetto all'orbita dei pianeti maggiori, simile alla fascia principale degli asteroidi, ma 20 volte più estesa e da 20 a 200 volte più massiccia, inoltre, mentre la fascia principale è costituita in gran parte da asteroidi di natura rocciosa, gli oggetti della fascia di Kuiper sono composti principalmente da sostanze volatili congelate, come ammoniaca, metano e acqua. Nella fascia sono stati scoperti oltre 1000 oggetti (Kuiper belt objects, o KBO), e si pensa che ne possano esistere oltre 100 000 con diametro superiore ai 100 km. Il più grande è Plutone e il più massiccio il pianeta nano Eris, scoperto nel 2005, anche se parte degli scienziati considerano Eris facente parte del disco diffuso piuttosto che della fascia di Kuiper. Intanto a partire dall'anno 2000 sono stati trovati altri oggetti di dimensioni ragguardevoli: 50000 Quaoar, scoperto nel 2002, grande la metà di Plutone e più grande del maggiore degli asteroidi tradizionali, ossia Cerere. L'esatta classificazione di questi oggetti non è chiara, perchè sono probabilmente molto differenti dagli asteroidi più interni. Alcuni satelliti dei pianeti del sistema solare sembrano provenire dalla fascia di Kuiper, come la luna saturniana Febe e Tritone, la maggiore delle lune di Nettuno. La maggior parte dei KBO, come si è visto usando la spettroscopia, sono costituiti da ghiaccio ed hanno la stessa composizione chimica delle comete, e così come nelle comete è evidente la presenza di composti organici. Molti astronomi hanno pensato che siano appunto comete periodiche con periodo orbitale inferiore ai 200 anni che, non avvicinandosi mai al Sole, non emettono la loro coda. Tuttavia, gli studi a partire dalla metà degli anni 1990 hanno dimostrato che la fascia di Kuiper è dinamicamente stabile, e che il vero luogo di origine delle comete sia da ricercare nel disco diffuso, una zona dinamicamente attiva creatasi dallo spostamento verso l'esterno di Nettuno, avvenuto 4,5 miliardi anni fa.

La NASA, acronimo di National Aeronautics and Space Administration (in italiano: "Ente Nazionale per le attività Spaziali e Aeronautiche"), è l'agenzia governativa civile responsabile del programma spaziale degli Stati Uniti d'America e della ricerca aerospaziale. Dopo il Programma Apollo per l'esplorazione della Luna, l'attività spaziale della NASA si è sviluppata attraverso il programma della stazione orbitale Skylab, il lancio di numerose missioni di esplorazione del sistema solare con sonde automatiche e lo sfruttamento dello spazio orbitale terrestre con le navette Space Shuttle. In seguito alla perdita di due Space Shuttle con i relativi equipaggi e i tagli di bilancio hanno indotto la NASA ad accantonare i progetti per nuove esplorazioni lunari con equipaggio umano e per l'invio di astronauti su Marte, la cui esplorazione continuerà a essere demandata a sistemi robotizzati. Il 14 settembre 2011 la NASA ha annunciato di aver selezionato il progetto per un nuovo sistema di trasporto con equipaggio umano, denominato SLS Space Launch System, destinato a prendere il posto degli Space Shuttle.

 

30 Luglio 2017   -   SEI ALLA RICERCA DI UN PRODUTTORE CINEMATOGRAFICO? ISCRIVITI AL PITCH IN THE DAY 2017

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Hai una storia nel cassetto? Vorresti incontrare i migliori produttori italiani ma non sai come fare? Si aprono ufficialmente le iscrizioni per la seconda edizione del Pitch in the Day! Dopo il successo dell'anno scorso ritorna l'unico e inimitabile speed-date cinematografico dove giovani autori e grandi produttori si incontrano in una bolgia creativa mai vista in precedenza! Il termine Pitch proviene dagli ambienti della finanza americana. In principio viene definito come "Elevator Pitch". Elevator significa ascensore. L'Elevator pitch è infatti il discorso che un imprenditore farebbe ad un investitore se si trovasse per caso con lui in ascensore. Nel cinema significa quindi avere pochi minuti per affascinare efficacemente un produttore. Se fossimo ad un bar, 5 minuti sarebbero quelli utili a bere un buon caffè. E se fossimo in quel bar con un produttore, a raccontargli la nostra storia, la grande scommessa sarebbe quella di stupirlo così tanto da far si che il suo caffè diventi freddo. E se il caffè diventa freddo...vuol dire che abbiamo colpito nel segno. Partecipa alla seconda edizione del Pitch in the Day e avrai la possibilità di incontrare le migliori menti produttive italiane. In palio anche un premio del valore di 1000,00 euro per lo sviluppo della tua sceneggiatura! Il Pitch in the Day si rivolge ad autori emergenti che avranno la possibilità di presentare il proprio soggetto cinematografico alle più eccelse e attive produzioni italiane. Saranno presenti alla Giornata del Pitch: Rai Cinema (La Nostra Vita, Veloce Come il Vento, ecc.), Sky (Monolith, Piuma), Lucky Red (Il Nastro Bianco, This Must Be The Place), Wildside (The Young Pope, Se Dio Vuole), Fandango (Smetto Quando Voglio, Gomorra), Indiana Production Company (Il Capitale Umano, Nessuno si salva da solo, ecc.), Cinemaundici (Anime Nere, Assolo, La Bellezza del Somaro, ecc.), Paco Cinematografica (La Migliore Offerta, La Corrispondenza, Basilicata Coast to Coast, ecc.), Gianluca Arcopinto (La Mia Classe, L'Amministratore, ecc.), e tanti altri.

Saranno presenti alla Giornata del Pitch: Rai Cinema (Smetto Quando Voglio, Veloce Come il Vento, ecc.), Sky (Monolith, Piuma, ecc.), Lucky Red (This must be the place, Il nastro bianco), Indiana Production Company (Il Capitale Umano, Nessuno si salva da solo, ecc.), Cinemaundici (Anime Nere, Assolo, La Bellezza del Somaro, ecc.), Paco Cinematografica (La Migliore Offerta, La Corrispondenza, Basilicata Coast to Coast, ecc.), Fandango (L'Imbalsamatore, Semetto Quando Voglio, ecc), Gianluca Arcopinto (La Mia Classe, L'Amministratore, ecc.), e tanti altri. Inoltre in palio un premio del valore di 1000 Euro per contribuire allo sviluppo della sceneggiatura. Il termine PITCH proviene dagli ambienti della finanza americana. In principio viene definito come "Elevator Pitch". Elevator significa ascensore. L'Elevator pitch è infatti il discorso che un imprenditore farebbe ad un investitore se si trovasse per caso con lui in ascensore. Nel cinema significa quindi avere pochi minuti per affascinare efficacemente un produttore. Se fossimo ad un bar, 5 minuti sarebbero quelli utili a bere un buon caffè. E se fossimo in quel bar con un produttore, a raccontargli la nostra storia, la grande scommessa sarebbe quella di stupirlo così tanto da far si che il suo caffè diventi freddo. E se il caffè diventa freddo ... vuol dire che abbiamo colpito nel segno!

Clicca qui per scaricare il    BANDO    di Partecipazione alla Manifestazione Opere Prime    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

Clicca qui per scaricare la    SCHEDA    di Partecipazione alla Manifestazione Opere Prime    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

21 Luglio 2017   -   MasterClass GRATUITA di Montaggio VFX e Animazione 3D del Centro di Formazione Cinematografico

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Se la vostra aspirazione è realizzare progetti cinematografici allora questa MasterClass è l'ideale. Da tenere sempre presente che a volte certi progetti Filmici non vengono portati a conclusione, ma noi ti spiegheremmo come ridurre il rischio di un eventuale fallimento. Lavoriamo nel settore, facciamo FILM e ci connettiamo con molti produttori cinematografici con esperienza attraverso la nostra Scuola, i nostri Docenti e i grandi eventi.

Teoria e Pratica sulla finalizzazione di un video digitale. Il Montatore è diventato con l'avvento del Digitale una figura con molte competenze, la cui conoscenza tecnica ed empirica deve crescere di pari passo con la sensibilità artistica. E' a tal proposito che la nostra MasterClass propone un'alfabetizzazione dei fondamentali passaggi della Post-Produzione attraverso un percorso articolato di Edizione, Effetti Speciali e Animazione 3D. Tutto questo al fine di dare al prodotto una maggiore qualità.

"Passare da un'immagine a due immagini, significa passare dall'immagine al linguaggio", questa affermazione del teorico Christian Metz rivela molto sulle implicazioni linguistiche del montaggio. Come nota Giovanni Oppedisano, "i dispositivi linguistici che consentono al cinema di rappresentare il mondo "fisico" e "immaginario", di produrre senso, emozioni, idee, sono costituiti da un sistema di segni del tutto originale, sulla cui origine e natura e ancora vivo un dibattito culturale che coinvolge le più diverse discipline. In questa dialettica occorre analizzare il funzionamento dei complessi processi di significazione del linguaggio cinematografico in relazione alle modalità percettive dell'immagine filmica. Il fenomeno della rappresentazione delle "cose del mondo" colte nel loro divenire, e esaminato dal punto di vista dell'autore e dello spettatore alla luce delle dinamiche linguistiche e psicologiche che agiscono nella visione dell'opera cinematografica. Attraverso la distinzione tra significato e significante, il montaggio cinematografico va ritenuto, nelle varie fasi della sua evoluzione, come l'atto compositivo che fa del cinema un'arte metonimica: il momento di convergenza e sintesi delle problematiche espressive che sono alla base dei processi evolutivi del linguaggio cinematografico".Tra le prerogative, o per meglio dire, tra le peculiarità del montaggio troviamo la costruzione del ritmo. Il ritmo è scaturito da una serie di elementi che il montaggio unisce e modifica. Il montaggio quindi è l'elemento dal quale dipende la percezione da parte dello spettatore del ritmo della narrazione. Insieme alla fotografia, è parte essenziale della messa in scena operata dal regista: il montaggio costituisce l'aspetto strutturale ed estetico del film, essendo il momento di congiunzione e sintesi di tutti i linguaggi coinvolti nell'edificazione dell'opera filmica.

Da un punto di vista tecnico il montaggio è il momento in cui le varie riprese (dette girato) vengono messe in sequenza ovvero secondo la consecuzione temporale prevista in sceneggiatura così da dare luogo al racconto del film. La fase del montaggio (prima e principale passaggio della cosiddetta postproduzione) inizia con la visione analitica del girato, la scelta delle inquadrature (teniamo presente che usualmente ogni inquadratura viene girata più volte, al fine proprio di giungere al montaggio con un ventaglio di scelte) e la loro disposizione in sequenza. Nella prassi, accade spesso che al montaggio la consecuzione degli avvenimenti (e quindi lo svolgimento narrativo) viene modificata rispetto a quando previsto in sceneggiatura. La "composizione" del film avviene attraverso tagli e unioni per mezzo di attrezzature meccaniche (come la moviola e la pressa Catozzo) o computer (workstation o software di montaggio come Avid, Apple Final Cut Pro, Lightwork ecc). In particolare, nel cinema per montaggio si intende soprattutto il cosiddetto "montaggio scena", in cui ci si occupa principalmente della scena, cioè delle immagin; il "montaggio scena" è seguito dal montaggio sonoro, che si occupa della rielaborazione dell'audio, nelle sue diverse tracce. Fase preliminare del montaggio è la sincronizzazione, ovvero l'accoppiamento delle immagini ai rispettivi suoni, registrati separatamente in fase di ripresa.

Prenotazioni e Iscrizioni al Centro di Formazione Cinematografico Nazionale
Centro di Formazione Cinematografico Nazionale
Tel.: 06 7842112 - Cell.: 334 9182821 - Fax: 06 78394905
E-Mail : segreteria@scuoledicinema.com
Sito Web : Centro di Formazione Cinematografico Nazionale

Roma Via Assisi 31 - Metro A - Fermata Furio Camillo e/o Ponte Lungo

Clicca qui per scaricare il    File PDF    sul   PROGRAMMA della MasterClass GRATUITA    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

3 Luglio 2017   -   Luci Bianche è stato selezionato dal Festival Corti a Sud - Festival dei Cortometraggi Polla in Corto

Luci Bianche è stato selezionato dal Festival Corti a Sud Polla in corto (3/4 Luglio) ed è in lizza per : Miglior cortometraggio - Miglior regia - Migliore attrice e Migliore sceneggiatura

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Il Consorzio Polla in Corto, organizza la quinta edizione del Festival del Cortometraggio denominato "CORTI A SUD - POLLA IN CORTO ", che si svolgerà a Polla (SALERNO) ITALIA dal 03 al 04 luglio 2017. OBIETTIVI - "CORTI A SUD - POLLA IN CORTO", si propone di promuovere e valorizzare la cinematografia con particolare riguardo alla ricerca, la sperimentazione, la produzione di autori giovani e/o indipendenti. Il tema è libero, la partecipazione è a perta a tutti coloro che rispettano il presente regolamento. Non saranno prese in considerazione opere a contenuto esplicitamente offensivo, diffamatorio e opere pubblicitarie.La partecipazione è gratuita. Ogni autore può presentare al massimo 3 opere (in lingua o con sottotitoli in italiano) di durata massima di 15 minuti (titoli di testa e coda compresi). L'opere partecipanti al Concorso possono essere inedite o presentate ad altri concorsi sia in Italia che all'estero. E' stata creata la sezione corti d'animazione. Possono partecipare tutte le opere che non superano la durata di 15 minuti.

Tutto il materiale dovrà pervenire entro e non oltre il 31 maggio 2017, tramite posta prioritaria o raccomandata semplice a: Associazione "TEMPO & MEMORIA" , Via Scotellaro, N° 03 - 84035 POLLA (Salerno) - Italia - c.a. Sig. D'Amico Vincenzo. La busta dovrà contenere: il modulo d'iscrizione allegato e dovrà essere compilato per ogni opera presentata. Le opere dovranno pervenire in formato DVD, una copia per ogni opera. Non verranno accettati altri supporti per l'invio delle opere. Sulla custodia e sul dorso dei supporti dovranno essere indicati chiari e leggibili: il titolo dell'opera, la durata e il nome dell'autore. Facoltativamente inviare sceneggiatura, bio - filmografia, foto del regista e degli attori mentre è obbligatoria una copia in DVD del Trailer del film presentato in concorso e locandina corto. Da questa edizione viene inserita anche la sezione per film provenienti dall'estero, che dovranno avere i sottotitoli in lingua italiana. Per le iscrizioni valgono i requisiti riportati sopra per come i film italiani. Possono essere iscritte opere tramite piattaforme digitali di siti on line dedicati. I corti pervenuti saranno selezionati secondo le indicazioni dei partecipanti stessi in sezioni del genere: Commedia - Drammatico - Comico - Sociale -Scolastico e Ambiente. Tra i corti pervenuti, la Giuria composta da critici cinematografici, esperti di cinema, registi, attori e rappresentanti del mondo dello spettacolo, dell'arte e della cultura valuterà l'opere selezionate per il concorso. I film selezionati, saranno proiettati nelle giornate 03 e 04 luglio 2017. Oltre alla Giuria tecnica i corti saranno sottoposti al giudizio di una Giuria Popolare che sera per sera assisterà alle proiezioni valutando di conseguenza. Tutti i film partecipanti, andranno ad arricchire la cineteca di proprietà del comitato organizzatore e messi a disposizione di tutte quelle persone che vogliono arricchire il proprio bagaglio culturale senza scopo di lucro.

Vincitori Festival Edizione 2017

  • 1) Miglior Corto in Assoluto
  • 2) Migliore Attore
  • 3) Migliore Attrice
  • 4) Miglior regista
  • 5) Migliore sceneggiatura
  • 6) Miglior corto animazione

L'Organizzazione del Festival del Cortometraggio "CORTI A SUD - POLLA IN CORTO" di Polla, tiene a precisare che tutti i Cortometraggi, presentati, quindi non solo quelli premiati, saranno catalogati nell'archivio della videoteca dell'Associazione, ed a disposizione di Enti, Associazioni e Scuole a scopo prettamente culturale. E' severamente vietato lo scopo di lucro. Inoltre, potranno essere pubblicati interamente on - line o trasmessi su emittenti pubbliche e private, sempre a scopo propagandistico e culturale e sul sito web del Festival o delle Associazioni che organizzano l'evento. Con l'iscrizione al Concorso, ogni singolo autore risponde del contenuto delle sue opere ed autorizza esplicitamente l'Organizzazione promotrice del Festival del Cortometraggio di Polla ad effettuare proiezioni delle opere presentate, o partecipazione ed organizzazione di altri festival, esclusivamente per fini culturali, per la stampa e non a scopo di lucro. Si ricorda inoltre che con l'accettazione integrale del presente Regolamento, l'autore autorizza il Comitato Organizzatore di Polla ai sensi della legge 196/2003 e varianti, all'utilizzo dei dati personali, agli usi connessi al concorso e manifestazioni collegate. Le copie non saranno restituite. I premi dovranno essere ritirati nella serata dedicata alla premiazione o nel corso dell'anno 2017. Ai vincitori non presenti durante la serata prevista per la premiazione sarà inviato il premio assegnato tramite posta o corriere.

 

30 Giugno 2017   -   Casting del Cortometraggio "Surrender" Prodotto dal Centro di Formazione Cinematografico Nazionale

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET In occasione delle riprese del cortometraggio "Surrender", prodotto dal Centro di Formazione Cinematografico Nazionale, si ricercano i seguenti ruoli : Ragazzo: italiano, età scenica 25 anni, corporatura media. Ragazza: italiana, età scenica 25 anni, corporatura longilinea. I provini si svolgeranno il giorno 30 giugno 2017 dalle 15:00 alle 19:00 in via Assisi 31, Roma. Tutti coloro interessati possono inviare due foto (primo piano e figura intera) e il curriculum artistico all'indirizzo surrendercorto@gmail.com

CASTING
Nella produzione cinematografica, teatrale, televisiva e simili, il casting è il processo di selezione degli attori (o in generale dei partecipanti) che dovranno apparire sulla scena, a partire da una cast list, ovvero da una lista dei ruoli che dovranno essere ricoperti da tali attori, generalmente corredata da informazioni sulle caratteristiche fisiche o psicologiche richieste. La figura professionale che dirige questa attività è generalmente indicata con il termine casting director, che spesso agisce inizialmente attraverso l'intermediazione delle agenzie di management. Dopo una prima selezione da parte di tali agenzie, il casting director procede alla selezione finale avvalendosi prima di provini su parte e poi di provini di interazione (che coinvolgono rispettivamente un singolo attore o un gruppo di attori). Un'ulteriore modalità di provino, diffusa soprattutto in televisione, è quella del provino aperto, con uno o più giorni dedicati alla scelta degli attori, che si presentano nel luogo e all'ora stabilita senza appuntamento e vengono ricevuti in ordine di arrivo; solitamente in questo caso la parte da recitare viene distribuita all'ingresso o consegnata direttamente al momento del provino.

CAST
Esistono due tipi di cast :

  • Cast tecnico: gruppo delle persone che si occupa di collaborare per la creazione di un film, come per esempio il microfonista, il cameraman, l'addetto alle luci, fonico e cosi' via.
  • Cast artistico: gruppo di attori che recita in un film o in un'opera teatrale. Quando i membri principali hanno tutti eguale importanza si parla di cast corale, o ensemble cast.

Nel mondo della fiction televisiva, inoltre, il cast artistico si suddivide in cast principale (regular cast in lingua inglese) e cast ricorrente (recurring cast o guest cast in inglese). I membri del cast principale recitano in tutti o nella maggioranza degli episodi-puntate e hanno un'importanza primaria per la trama generale dell'opera. Al contrario i membri del cast ricorrente interpretano personaggi che non compaiono in tutti gli episodi/puntate e hanno una inferiore rilevanza rispetto ai personaggi principali.

Prenotazioni e Iscrizioni al Centro di Formazione Cinematografico Nazionale
Centro di Formazione Cinematografico Nazionale
Tel.: 06 7842112 - Cell.: 334 9182821 - Fax: 06 78394905
E-Mail : segreteria@scuoledicinema.com
Sito Web : Centro di Formazione Cinematografico Nazionale

Roma Via Assisi 31 - Metro A - Fermata Furio Camillo e(o) Ponte Lungo

 

24 Giugno 2017   -   WorkShop GRATUITO di RECITAZIONE in AZIONE con MDP e partecipazione GRATUITA allo Spettacolo Serale

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET WorkShop GRATUITO di RECITAZIONE in AZIONE davanti alla Macchina da Presa (MDP) e partecipazione GRATUITA allo Spettacolo Serale delle Ore 21:00. WorkShop dalle ore 15:00 alle ore 18:00 e alle 21:00 per chi partecipa al WorkShop GRATUITO può anche partecipare GRATUITAMENTE allo Spettacolo (Saggio) Teatrale degli Allievi di Recitazione. Diversi insegnamenti hanno attraversato il Cinema, il Teatro e la Televisione, ma quelli proposti dai nostri Docenti (ne citiamo solo alcuni Pietro De Silva, Francesco Sala, Patriia Loreti, Jennifer Mischiati, Vanni Bramati) trovano particolare significato nella pratica, nei Laboratori e nei SET.

  • La scelta consapevole di una forma (nella finzione drammatica il personaggio o la maschera). Un attore normalmente recita un personaggio. Nel caso di una storia vera, o una storia di un personaggio storico romanzata, un attore può recitare un personaggio reale, o una sua versione romanzata, eventualmente sè stesso. Il 'lavoro sul personaggio' è essenzialmente la ricerca della forma (fisica ed estetica) da portare sulla scena.
  • La definizione di uno spazio nel quale tale forma possa agire (il palcoscenico, tradizionale o improvvisato).
  • Il tempo stabilito dell'azione (l'elemento drammaturgico, la durata di un testo o di una partitura gestuale).

E' utile notare come spesso l'improvvisazione renda variabili le costanti sopra descritte, anche se è opinione corrente dei maestri di questa disciplina che solamente il rigore di uno schema predefinito renda l'attore libero di variarlo. Lo studio del tempo è parte integrante e fondamentale dello studio dell'attore teatrale: evidente nel caso di una battuta comica, la precisione di tempo e ritmo nella parola e nell'azione determina la riuscita di una scena, e spesso dell'intera rappresentazione. Questo è particolarmente determinante in ogni azione performativa che si svolga dal vivo, in cui il riscontro del pubblico è immediato: lo spettatore stesso concorre a determinare il tempo comune dell'evento teatrale, di per sè irripetibile, anche durante le repliche di uno stesso spettacolo. L'elemento più importante nell'apprendimento del mestiere d'attore è quello che viene definito la presenza scenica. Tale presenza è innanzitutto lo sviluppo di abilità fisiche e fisiologiche, e in particolare :

  • La duttilità e la capacità di utilizzare il proprio corpo: l'azione dell'attore si sviluppa, collegandola all'uso della parola, con la gestualità e con la mimica, in una accurata precisione prossemica. L'uso della gestualità per integrare la verbalità, interagire con gli altri attori e enfatizzare le parole o dare loro significati simbolici.
  • Le possibilità offerte dell'utilizzo della voce: l'uso accurato dello strumento vocale per comunicare le caratteristiche del personaggio ed esprimerne le emozioni. Questo risultato si ottiene con l'attenzione alla dizione e all'intonazione mediante una corretta respirazione e articolazione. Si ottiene anche con il tono e l'enfasi che un attore mette nelle parole.
  • La creatività e l'ispirazione dell'attore possono essere stimolate da adeguati esercizi di rilassamento e di visualizzazione. La funzione di questi esercizi è principalmente quella di focalizzare l'attenzione cosciente sul lavoro creativo, disperdendo le frequenti tensioni legate a preoccupazioni di carattere personale o ad una più generale paura del pubblico e della prova in sè.

Gli aspetti interiori del percorso dell'attore si svolgono a diversi livelli: nello studio del personaggio, nell'osservazione che l'attore fa di se stesso come individuo e negli aspetti psicologici ed emotivi dell'attore durante l'esecuzione. Durante molti secoli di storia, l'arte drammatica ha cercato di rispondere ai problemi, in gran parte pratici, che pone la rappresentazione di un personaggio, spesso molto lontano dall'emotività e dalla psicologia dell'esecutore.

Prenotazioni e Iscrizioni al Centro di Formazione Cinematografico Nazionale
Centro di Formazione Cinematografico Nazionale
Tel.: 06 7842112 - Cell.: 334 9182821 - Fax: 06 78394905
E-Mail : segreteria@scuoledicinema.com
Sito Web : Centro di Formazione Cinematografico Nazionale

Roma Via Assisi 31 - Metro A - Fermata Furio Camillo e(o) Ponte Lungo

 

23 Giugno 2017   -   16 SITI di Musica GRATIS e ROYALTY-FREE per trovare musica per video, YouTube, filmati, presentazioni

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Dove trovare una musica per i video.
Trovare la musica adatta per il tuo video non sempre è una cosa facile: le proposte sono tante ma molto spesso la musica è coperta da Copyright oppure per essere utilizzata richiede il pagamento di una licenza. Se crei un video destinato alla pubblicazione su YouTube, devi fare attenzione nell'utilizzo di canzoni famose perchè potresti violarne il Copyright. Se ti va guarda questo video sul mondo di YouTube, sotto trovi la lista completa dei siti dove trovare musica per i tuoi video. Un nuovo strumento di YouTube ti permette di avere informazioni in anteprima sul Copyright di un brano musicale per il suo possibile utilizzo su YouTube, ma se non vuoi avere problemi in futuro allora è meglio utilizzare musiche senza copyright o con licenza Royalty-free. In questo articolo troverai 10 siti per scaricare gratis, senza copyright o con licenza royalty-free, la musica da utilizzare nei tuoi video. Il sistema di protezione del Copyright (Sistema di identificazione dei contenuti) sviluppato da YouTube identifica i casi di utilizzo non autorizzato di tracce musicali nei video, bloccandoli completamente o parzialmente, oppure monetizzandoli a favore del proprietario. Perciò quando stai cercando musica da utilizzare come colonna sonora per i tuoi video, è bene far attenzione alla licenza.

Significato di Royalty-free.
Quando incontri un brano disponibile con licenza Royalty-free significa che viene stipulato un contratto fra due entità in cui la prima concede il diritto alla seconda di utilizzare una risorsa. Colui che fornisce la licenza rimane sempre proprietario di tutti i diritti legati all'opera, come il diritto di distribuirla o di permetterne la distribuzione, ma tu hai il permesso di utilizzarla secondo le linee guida fornite dal distributore. Royalty-free significa che il brano sarà "senza royalty" sull'utilizzo. In genere la licenza Royalty-free è regolata dagli standard di Creative Commons e viene specificato esattamente cosa si può o non si può fare con la risorsa, ad esempio se è disponibile per usi commerciali o meno, e nella maggior parte dei casi potrai utilizzarla per i video da caricare su YouTube. Se sei un partner YouTube e quindi monetizzi con i video, avrai bisogno di brani disponibili per uso commerciale. Un uso commerciale è quello prevalentemente inteso al perseguimento di un vantaggio commerciale o di un compenso monetario. Fonte CreativeCommons.org. Nei seguenti siti potrai trovare musica principalmente gratuita, sia completamente free che Royalty-free. Ogni sito può avere regolamenti e disposizioni differenti, quindi assicurati di leggere bene la pagina informazioni e il tipo di licenza del brano musicale che hai scelto.

Clicca qui per scaricare il    File PDF    dell'elenco dei 16 SITI di Musica GRATIS e ROYALTY-FREE    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

11 Giugno 2017   -   Pietro De Silva il Direttore Artistico della Scuola di Recitazione vince come Miglior Attore al Casole FILM Festival

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Domenica 11 Giugno 2017 una fantastica notizia per MARIA, vince un doppio premio al Casole FILM Festival: Miglior Attore per Pietro De Silva e il Premio del Comitato di Selezione! Riportiamo qui un comunicato del Festival: "Un pubblico meraviglioso (l'anfiteatro era stracolmo!). Il momento più bello forse quando una stella cadente è apparsa dietro lo schermo mentre proiettavamo il film "Maria", che parla di desiderio di maternità attraverso la metafora dell'osservazione astronomica". Ora ne siamo certi, "Maria" è seguita dalla buona stella.

Si è svolta il 10 giugno alle ore 21:30 la seconda edizione del "Casole film festival 2017" , dopo il successo ottenuto lo scorso anno, anche per questa edizione la rassegna di cortometraggi a tema libero. Nel magnifico scenario dell'anfiteatro a Casole d'Elsa, sono stati proiettati i lavori di giovani esordienti registi provenienti da tutta europa, che sono stati giudicati da una giuria di esperti che ha decretato il vincitore dell'edizione 2017 di Casole film festival. Di seguito il bando di partecipazione. BANDO CASOLE FILM FESTIVAL Data di scadenza per invio film: 15/04/2017 Serata di premiazione: 11/06/2017 Direttore Organizzativo: Vittoria Panichi Direttore Artistico: Alberto Vianello L'Associazione ProLoco di Casole d'Elsa (Siena), con il patrocinio del comune di Casole d'Elsa, organizza la seconda edizione del Casole Film Festival. Il Casole Film Festival (CFF) è un festival di cortometraggi che si svolgerà a Casole d'Elsa il 10 giugno 2017. L'intento del festival è quello di celebrare il giovane cinema proveniente da tutto il mondo con una selezione di lavori provenienti da registi emergenti e narratori appassionati con visioni uniche, senza restrizioni di genere. Sono pertanto accettati, in forma di cortometraggi, storie di finzione, documentari, lavori sperimentali, videoclip, lavori di videoarte, animazione, con una durata massima di 20 minuti. Sono sempre previsti almeno i seguenti premi: Miglior Film (1° Premio, deciso da una giuria specializzata) Premio "Città di Casole" (Premio speciale deciso dal comitato di selezione) Sono previste delle menzioni speciali (decise dalla giuria specializzata) Montepremi Euro 1000 Il comitato di selezione del Casole Film Festival decide i film selezionati per la presentazione al Festival. La giuria è formata da esperti riconosciuti nel mondo culturale e cinematografico. L'organizzazione del festival nomina i membri ufficiali della giuria che assegneranno i premi. Le decisioni del comitato di selezione e della giuria sono inappellabili. Il comitato di selezione decide il numero di cortometraggi selezionati per la proiezione ufficiale. Se un film è selezionato, l'organizzazione del Festival contatterà ufficialmente i partecipanti tramite mail. I titoli dei film selezionati verranno pubblicati on-line sulla pagina facebook https://www.facebook.com/casolefilmfestival/ Spetta all'organizzazione del Festival la decisione sui casi controversi. ISCRIZIONE I cortometraggi (storie di finzione, documentari, lavori sperimentali, videoclip, lavori di videoarte) potranno essere iscritti elettronicamente mediante 1) il modulo di invio previsto nel sito www.casolefilmfestival.simplesite.com alla voce "Iscrivi il tuo film", in cui sarà necessario fornire un link ad una modalità di visione on line (youtube, vimeo, dropbox, googledrive, ecc.), indicando l'eventuale password nel capo "note", oppure 2) inviando una email indicando nel corpo dell'oggetto semplicemente: - Nome e Cognome e città di residenza dell'autore - email - Titolo del film - Durata (minuti) - Link ad un sitema di visione online (con eventuale password) - codice pagamento paypal (Prima di inviare l'email, effettuare il pagamento della tassa di iscrizione mediante il link: paypal.me/casolefilmfestival, riceverete un codice pagamento da inserire nella email) oppure 3) tramite la piattaforma on-line FILMFREEWAY (https://filmfreeway.com/festival/CasoleFilmFestival) I film non in lingua italiana, dovranno essere sottotitolati in lingua italiana o inglese. In caso di selezione, i titolari dei film non in lingua italiana dovranno inviare un file con la lista dei dialoghi in inglese (o italiano). In caso di selezione, gli autori dovranno inviare, in modo elettronico, un video di presentazione del cortometraggio e dell'autore della durata massima di un minuto. SCADENZA PER l'INVIO: 15 Aprile 2017 COSTI DI ISCRIZIONE -Per cortometraggi realizzati da autori residenti in Toscana, l'iscrizione è gratuita -Cortometraggi provenienti da fuori Italia: Euro 9 -Cortometraggi provenienti dall'Italia: Euro 4 Il pagamento verrà effettuato tramite paypal inviando quanto dovuto all'indirizzo prolococasole@hotmail.it (è possibile effettuare il pagamento direttamente mediante l'URL paypal.me/casolefilmfestival; vedere "Iscrivi il tuo film"). L'iscrizione del cortometraggio, con il pagamento della relativa tassa (in dollari), può essere fatto anche tramite la piattaforma on-line FILMFREEWAY https://filmfreeway.com/festival/CasoleFilmFestival) Ogni regista può iscrivere un massimo di quattro cortometraggi (una tassa di iscrizione per ciascun progetto). Tutti i cortometraggi devono essere sottotitolati in inglese per essere considerati dal festival. CONDIZIONI GENERALI Il Festival si riserva il diritto di completare ogni informazione non fornita dal partecipante, reperendola da qualsiasi fonte disponibile, e non sarà responsabile nel caso in cui fossero inserite informazioni non corrette. Il Casole Film Festival si riserva il diritto di aggiungere, modificare, cambiare, cancellare parti del regolamento in qualsiasi momento e senza preavviso. Il Casole Film Festival fornirà la miglior qualità possibile per la proiezione ma non sarà responsabile per qualsiasi problema tecnico inevitabile relativo alla qualità della proiezione. Non saranno previsti rimborsi economici di nessun genere per i casi su descritti. I partecipanti garantiscono, senza riserve, al Festival il diritto di utilizzare girato, fotografie e/o titoli, e qualsiasi informazione aggiuntiva per fini promozionali e per la partecipazione ad altri festival ad esso collegati (nel caso di inserimento del cortometraggi in altri festival, verrà inviata una email di avviso). Qualora selezionati per la proiezione ufficiale i cortometraggi non potranno essere ritirati dalla propria categoria di riferimento. L'organizzazione del Festival si riserva il diritto di modificare o sospendere l'evento. L'organizzazione del festival ha facoltà di valutare singolarmente e prendere in considerazione tutti i casi non presenti nel bando. La partecipazione al Casole Film Festival implica la comprensione e l'accettazione del bando nella sua interezza. L'organizzazione del Festival dichiara che i dati personali forniti saranno utilizzati ai sensi del D.Lgs. n° 196/2003 e successive modifiche e che i dati saranno trattati per le finalità del Concorso.

 

10 Giugno 2017   -   E' aperto il bando per la IV edizione di FilmLakers, concorso per Cortometraggi del Lake Como Film Festival

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET E' aperto il bando per la IV edizione di FilmLakers, concorso per cortometraggi del Lake Como Film Festival. Ciascuna troupe avrà a disposizione sei giorni per realizzare un cortometraggio in uno tra 7 comuni lariani scelti dal LCFF. Le troupe dovranno scrivere, girare e montare corti di massimo 8 minuti. I film prodotti riceveranno un premio di Euro 1.500 da una giuria di professionisti e un premio del pubblico di Euro 1.500. La deadline per le domande d'iscrizione è il 10 giugno 2017. Il Lake Como Film Festival presenta anche per l'edizione 2017 una sezione competitiva che si propone di potenziare i rapporti tra Como e i comuni limitrofi, con una particolare attenzione rivolta alla zona perimetrale del Lario. Il concorso si svolgerà dal 10 al 16 luglio 2017 e vedrà il coinvolgimento dei comuni del territorio comasco, selezionati dalla commissione LCFF, che in qualità di partner dell'iniziativa, ospiteranno ciascuno una troupe cinematografica, composta da tre elementi, fornendo loro ogni tipologia di facilities sul territorio (vitto, alloggio, permessi, contatti etc.). Ciascuna troupe realizzerà un cortometraggio nel comune ospite, coinvolgendo gli abitanti nella fase realizzativa (dalla recitazione, alla fornitura di oggetti di scena sino a vero e proprio supporto tecnico qualora fosse possibile). Nel corso di 7 giorni le troupes dovranno scrivere, girare e montare un cortometraggio della durata massima di 8 minuti. I cortometraggi dovranno in ogni caso valorizzare il territorio e le specifiche del paese ospitante. I cortometraggi uniti verranno proiettati nella serata del 16 luglio, con la premiazione dei migliori. Oltre al valore artistico dei singoli lavori prodotti, un valore aggiunto del progetto sarà quello di scoperta del territorio dei singoli paesi e delle loro peculiarità e della difusione dell'arte cinematografica attraverso il coinvolgimento attivo delle comunità locali. Le richieste di iscrizione andranno inviate a info@lakecomofilmfestival.com entro e non oltre il 10 Giugno 2017.

PREMI

I film saranno valutati da una giuria di professionisti che assegnerà un premio in denaro del valore di Euro 1.500, tenuto conto delle seguenti caratteristiche :

  • Valorizzazione del territorio e sottolineatura delle peculiarità dello stesso
  • Coinvolgimento attivo della comunità ospitante
  • Recitazione e interpretazione degli attori
  • Creatività in fase di scrittura
  • Qualità tecnica e formale
  • Originalità della narrazione e del genere cinematografico affrontato

Ci sarà un premio del pubblico, assegnato durante la serata di premiazione, di Euro 1.500. La giuria degli esperti potrà inoltre assegnare, a sua propria discrezione, menzioni speciali (miglior sceneggiatura, miglior attore ...). Le valutazioni ed il giudizio della giuria sono insindacabili.

Clicca Qui per scaricare il Bando e la Scheda d'iscrizione alla Quarta Edizione del Concorso FilmLakers 2017    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

1 Giugno 2017   -   La Direzione del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale segnala ai propri Allievi Premio Cesare Zavattini

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET La Direzione del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale - Scuola di CINEMA sul SET segnala un'iniziativa che potrebbe interessare gli allievi: il Premio Cesare Zavattini, promosso dalla Fondazione Aamod con l'intento di diffondere, in particolare tra i giovani, la conoscenza e il riuso creativo del cinema conservato negli archivi, rendendo disponibile gratuitamente il proprio patrimonio audiovisivo e quello degli archivi partner, tra cui l'Istituto Luce. Attraverso un bando pubblico, che scadrà il 15 giugno 2017, viene offerta la possibilità a tre progetti di cortometraggio documentario a base d'archivio, selezionati da una giuria, di essere realizzati e ricevere un premio in denaro di 2.000 euro ciascuno. L'obiettivo à stimolare, nello spirito di Cesare Zavattini, l'originalità, la sperimentazione, l'invenzione di nuove forme linguistiche, estetiche, comunicative.

Cesare Zavattini
Nato a Luzzara, un piccolo comune in provincia di Reggio Emilia, il 20 settembre del 1902, frequentò le scuole elementari dapprima a Luzzara ed in seguito a Bergamo, dove conseguì la licenza ginnasiale presso il liceo ginnasio Paolo Sarpi. Proseguì gli studi ad Alatri (in provincia di Frosinone) presso il celebre liceo classico Conti Gentili; nella cittadina laziale trascorse tre anni che furono per lui estremamente interessanti. Dopo il liceo tornò in Emilia. Si iscrisse alla Facoltà di Legge dell'Università di Parma. La sua più grande passione fu però la scrittura: nel 1928 intraprese a Parma la carriera giornalistica. Il suo esordio giornalistico sulla Gazzetta di Parma à datato 19 agosto 1926. Cesare Zavattini (a destra) con Vittorio De Sica. Successivamente si trasferì a Milano, collaborando a vari giornali. Negli anni trenta scrisse per la rivista romana Marc Aurelio, tenendo una rubrica dal titolo Cinquanta righe circa. Nel 1936 fondò a Milano il Bertoldo, fortunata rivista satirica edita da Rizzoli, di cui fu anche direttore. Passò poi alla concorrente Mondadori, dove assunse l'incarico di direttore editoriale (fino al 1939). Diresse il giornale umoristico Settebello, quando nel 1939 passò sotto la direzione collegiale Zavattini-Achille Campanile. La sua attività di narratore, per lo più umoristico, satirico, ironico, aveva preso l'avvio nel 1931 con l'opera Parliamo tanto di me, che riscosse uno straordinario successo. Scrittore non sempre facile da inquadrare nelle "correnti" del Novecento, autore fortemente critico verso la società, osservata tanto nei suoi aspetti dolorosi quanto in quelli umoristici, Zavattini costituì un fenomeno particolarissimo nell'ambito della letteratura italiana del Novecento. Nelle sue prime opere, dal 1931 al 1943, in un'epoca condizionata dal regime fascista, Zavattini (Za per gli amici) presentò, in forme e contenuti inconsueti, il rapporto tra realtà e fantasia, cercando di privilegiare la prima attraverso originali mediazioni con la seconda. Oltre al libro d'esordio Parliamo tanto di me, i suoi primi e più noti lavori letterari sono stati I poveri sono matti, del 1937, Io sono il diavolo (1941), Totò il buono (1943), Straparole (1967). Nel 1934 si avvicinò al mondo del cinema. Da quell'anno, oltre alla produzione letteraria e a quella pubblicistica, cominciò a dedicarsi con assiduità alla settima arte come soggettista e sceneggiatore. Nel 1939 incontrò Vittorio De Sica, con cui realizzò una ventina di film, tra i quali capolavori del neorealismo come Sciuscià (1946), Ladri di biciclette (1948), Miracolo a Milano (1951), tratto dal suo romanzo Totò il buono, Umberto D. (1952). Tra i registi del cinema italiano ed internazionale con i quali Zavattini lavorò nei suoi oltre 80 film troviamo : Michelangelo Antonioni, Hall Bartlett, Alessandro Blasetti, Mauro Bolognini, Mario Camerini, Renè Clèment, Giuseppe De Santis, Federico Fellini, Pietro Germi, Alberto Lattuada, Mario Monicelli, Elio Petri, Dino Risi, Roberto Rossellini, Mario Soldati, Luchino Visconti o Damiano Damiani in L'isola di Arturo (1962). Zavattini si distinse, dunque, per la produzione copiosissima di soggetti cinematografici e per l'attività instancabile volta al rinnovamento del cinema, una forma d'arte che egli considerava duttile e popolare, che avrebbe voluto piegare al rinnovamento civile della società, sottraendola alle lusinghe del mercato. Non va dimenticata infatti la sua opera costante volta a svecchiare anche altre forme di espressione artistica. Sul piano letterario l'apogeo critico lo raggiunse nel 1970 grazie alla pubblicazione di NON LIBRO + disco, un volumetto estroso ed anticonformista, scritto appositamente per non essere letto, cui era allegato un 45 giri. L'opera fu particolarmente cara all'autore sebbene molto contestata, ma l'elemento di rottura in essa preminente finì poi per stemperarsi nel clima convulso dei primi anni settanta. Affermazioni prive di fonti o di riferimenti. Zavattini si cimentò inoltre e fruttuosamente nella poesia. Una citazione particolare spetta al poemetto Toni Ligabue (1967), sull'infelice pittore "naif" Antonio Ligabue e alla serie di poesie scritte nel dialetto della sua terra, dal titolo Stricarm' in d'na parola (Stringermi in una parola), un libro che Pasolini definì "bello in assoluto", uscito a Milano, nel 1973. Oltre che scrittore, sceneggiatore di fumetti e soprattutto sceneggiatore cinematografico, commediografo, poeta, animatore culturale in Italia e all'estero, promotore di cooperative culturali e di circoli del cinema, Zavattini fu anche pittore sensibilissimo. Nel 1955, a coronamento di un impegno pluridecennale, gli venne assegnato il "Premio mondiale per la Pace". Nel 1973 riceve il Premio simpatia, si tratta dell'Oscar capitolino per la solidarietà. Nel 1982 diresse ed interpretò, ormai ottantenne, il suo unico film da regista: La Veritàaaa. Nel dicembre 1985 ottenne la cittadinanza onoraria di Alatri. La morte lo colse ancora attivo, ottantasettenne, a Roma, il 13 Ottobre 1989. Collezionista d'arte, si era specializzato nella raccolta di mini-quadri (quadre di dimensioni 8 x 10 cm.) ma anche nell'organizzazione di raccolte per altri: ad esempio la Collezione "50 pittori per Roma" promossa per il produttore Caramelli, o la Collezione "I Miti Moderni (o del Dopoguerra)" per Vittorio De Sica oppure, ancora, la Collezione "Isa Miranda". Bando e Regolamento potete leggerli e/o scaricaricarli al seguente indirizzo : www.premiozavattini.it

 

28 Maggio 2017   -   Segui con noi in Home Page la DIRETTA del Festival Internazionale di Cannes. Dal 17 Maggio al 28 Maggio 2017

Scuola di Cinema di ROMA

I film in gara per la Palma d'oro
Tornando ai film in gara per la Palma d'Oro, l'immigrazione compare in due pellicole. In "Happy end" di Michael Haneke, con Isabelle Huppert, Mathieu Kassovitz e Jean-Louis Trintignan: è la storia di una ricca famiglia che vive isolata, come in una bolla, in un paese circondato dalla povertà dei campi di migranti intorno a Calais. E poi, in toni più allegorici, in "Jupiter's moon" di Kornèl Mundruczò, dove un giovane immigrato ferito mentre attraversa illegalmente il confine scopre di aver acquisito la capacità di levarsi da terra. Nel campo di accoglienza c'è chi vorrà sfruttare questo suo potere. Sul fronte terrorismo, invece, scende in campo Fatih Akin con "In the fade". Ad Amburgo una bomba colpisce la comunità turco-tedesca. Una donna medita la vendetta per la sua famiglia vittima dell'attentato.

Il tema dell'amore
C'è poi l'amore, in tutte le sue declinazioni, che in questa edizione si mescola spesso con l'arte. è il caso di "Formidabile" di Michel Hazanavicius, con Stacy Martin, Bèrènice Bejo, Louis Garrel. Parla della grande storia d'amore tra Anne Wiazemsky e il maestro del cinema Jean-Luc Godard. Il tutto visto dagli occhi della giovane moglie. Su questa linea, c'è anche "Rodin" di Jacques Doillon: al centro ancora con una tormentata relazione, quella durata dieci anni tra lo scultore Auguste Rodin e Camille Claudel. C'è, poi, "L'amant double" di Francois Ozon: un thriller al femminile che racconta l'amore tra la giovane depressa Chloe (Marine Vacth) e il suo psicoterapeuta Paul (Jèrèmie Renier). Ma l'uomo ha un'identità da nascondere. è amore, in "Radiance" di Naomi Kawase, anche tra un fotografo che sta perdendo la vista e un'autrice di versioni cinematografiche per non vedenti . amore e tradimento, invece, sono al centro di "The day after", del regista coreano Sang-soo Hongdue. Protagonista è un uomo sposato ch e ha avuto una relazione extraconiugale con un'ex dipendente. La moglie,scoperta la cosa, corre nel suo ufficio e scambia la nuova impiegata per la sua ex amante. In "Loveless" di Andrey Zvyagintsev, inoltre, si racconta l'amore e il senso di colpa di genitori divorziati verso il figlio dodicenne fuggito dopo la loro ennesima lite.

L'arte
In gara anche la commedia piena di star "The Meyerowitz stories" di Noah Baumbach, con Ben Stiller, Adam Sandler, Dustin Hoffman, Emma Thompson, Elizabeth Marvel, Candice Bergen, Danny Flaherty, Rebecca Miller. Racconta di una famiglia che si riunisce a New York per una retrospettiva sulla carriera del patriarca, popolare artista. C'è arte, ma senza controllo, anche in "The square" di Ruben Ostlund: nella performance ideata dal curatore di un museo, in una delle più grandi piazze d'Europa, conta la regola di non avere regole, ma la cosa sfugge di mano con effetti imprevedibili. Cannes 2017, la madrina è di nuovo Monica Bellucci. FOTO Cannes, la madrina è Monica Bellucci

Temi sociali
Sul fronte temi sociali, ci sono "You were never really here" di Lynne Ramsay, con Joaquin Phoenix nei panni di un veterano di guerra che dedica il suo tempo alla lotta contro il traffico sessuale. Un giorno la sua vita si intreccia con quella di un importante politico di New York, che invece è dall'altra parte del muro. E ancora "120 Battements par minute" di Robin Campillo con la nascita di Act Up, organizzazione di attivisti che negli anni Novanta ha richiamato l'attenzione sulle conseguenze dell'Aids. Tra impegno e visionarietà "Okja" di Bong Joon-ho, con Jake Gyllenhaal e Tilda Swinton: na ragazza da dieci anni difende il suo migliore amico, un grosso animale di nome Okja, tra le montagne della Corea del Sud. Quando l'animale diventa oggetto di interesse di una multinazionale, la giovane dovrà vedersela con alimenti geneticamente modificati, globalizzazione, ecoterrorismo e autopromozione.

Le altre pellicole
Sul fronte remake troviamo quello de "La notte brava del soldato Jonathan" di Don Siegel, riproposto da Sophia Coppola con "L'inganno": Elle Fanning, Kirsten Dunst, Nicole Kidman e Colin Farrell sono i protagonisti della storia di un uomo ferito che crea non pochi turbamenti tra le donne di un collegio femminile dove si rifugia. In corsa per la Palma d'oro anche "The killing of a sacred deer", a firma del regista greco Yorgos Lanthimos: con Nicole Kidman, Alicia Silverstone e Colin Farrell, si annuncia come un thriller psicologico con protagonisti un carismatico chirurgo e un adolescente inquieto. C'è, poi, "Wonderstruck - La ragazza delle meraviglie" di Todd Haynes, tratto dal romanzo di Brian Selznick (2011). Due le storie, una del 1977 su un ragazzo che non ha mai conosciuto il padre, e l'altra, mezzo secolo prima, su una ragazzina che sogna una misteriosa attrice. In concorso anche "Good time", action movie di Ben Safdie con la storia di un rapinatore di banche (Robert Pattinson) in fuga dalla polizia per le strade di New York. Infine, si annuncia kafkiano "A gentle creature" di Sergey Loznitsa, ispirato a un racconto di Dostoevskij: è la storia di una donna che, dopo aver ricevuto indietro il pacco mandato al marito in prigione, parte verso il carcere alla ricerca di una spiegazione, da qui la sua guerra verso l'impenetrabile fortezza.

 

23 Maggio 2017   -   MYllennium Award 2017, premio rivolto agli Under 30 e promosso dal Gruppo Barletta Spa

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET MYllennium Award 2017, premio rivolto agli under 30 e promosso dal Gruppo Barletta Spa. Startup Day, il primo appuntamento pubblico del contest MYllennium Award, che si terrà martedì 23 maggio a Roma, presso il Chorus Cafè in via della Conciliazione 4, durante il quale la giuria selezionerà i 4 progetti finalisti della sezione MyStartup. Il MYllennium Award 2017 è il primo premio italiano interdisciplinare che si rivolge agli under 30 e ai loro progetti in ambito Startup, Saggistica, Giornalismo, Cinema, Master/Stage, Architettura-Street Art con premi concreti quali riconoscimenti in denaro, pubblicazioni e opportunità formative e professionali.

I giurati della sezione MyStartup sono Paolo Barberis, consigliere per l'Innovazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, Riccardo Luna, direttore AGI, Laura Mirabella, Direttore Marketing Vision Distribution, Riccardo Pozzoli, CEO The Blonde Salad-Chiara Ferragni, Luca La Mesa, docente Social Media & Innovazione, Chapter Ambassador SingularityU Rome, Gabriele Ronchini, Fondatore e Amministratore Delegato per il portfolio development Digital Magics, Raffaele Mauro, Managing Director Endeavor Italia, Massimiliano Montefusco, General Manager RDS. Tutte le informazioni sono anche su myllenniumaward.org, sito attraverso il quale è possibile effettuare le application ancora fino al 15 maggio 2017. Vai sul Sito ufficiale .:: www.myllenniumaward.org ::.

Il MYllennium Award è un laboratorio permanente per la valorizzazione concreta del talento di una generazione. Le prime due edizioni del MYllennium Award hanno premiato 60 giovani talenti provenienti da tutta Italia che hanno ricevuto, oltre a riconoscimenti in denaro, anche opportunità concrete di tipo professionale e formativo. Il premio ha inoltre ottenuto la medaglia di bronzo del Senato, onorificenza conferita a iniziative che si distinguono per spirito sociale, educativo e di alta rappresentatività. Il MYllennium Award si articola in sei sezioni: Saggistica "MY Book", Startup "MY Startup", Giornalismo "MY Reportage", Nuove opportunità di lavoro e formazione "MY Job", Architettura "MY City" e Cinema "MY Frame". A valutare i progetti, un Comitato tecnico-scientifico composto da professionisti del mondo accademico e scientifico, dell'economia, dell'industria, del giornalismo, del cinema e delle istituzioni. A garantire la qualità e il valore dell'iniziativa, il Comitato d'onore, l'organo di rappresentanza del MYllennium Award, composto da autorevoli personalità istituzionali, accademiche e diplomatiche, da rappresentanti dell'industria e del mondo bancario italiani.

Clicca qui per scaricare il    COMUNICATO STAMPA    della Manifestazione MYllennium Award 2017    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

17 Maggio 2017   -   Proiezione in SENATO del Film di Antonio Palumbo "Varichina" - Giornata contro l'Omofobia

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Chi è Lorenzo De Santis? Nato nel 1938 e morto nel 2003, è stato un'icona tra gli anni '70 e '90 a Bari. Varichina, la vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis di Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo è stato scelto per celebrare domani la Giornata Internazionale Contro l'Omofobia e la Transfobia nell'evento promosso come ogni anno dalla Commissione Diritti Umani del Senato della Repubblica Italiana. Varichina, La vera storia della falsa vita di Lorenzo De Santis, protagonista Totò Onnis, è il racconto di un uomo che faceva il posteggiatore abusivo, puliva i bagni pubblici, era stato chaperon di prostitute e prima ancora venditore di candeggina porta a porta, da cui il suo soprannome. A Bari la città dov'era nato e cresciuto, fino agli anni '80 essere gay era difficile, confessarlo15:33 17/05/201715:33 17/05/2017 al mondo impossibile e Lorenzo De Santis non lo aveva mai accettato. La storia coraggiosa del "precursore di tutti i Gay Pride" - come lo definisce il giornalista Alberto Selvaggi, autore dell'articolo cui il Film si è ispirato - non appartiene solo al pubblico LGBT, perchè Varichina è un rivoluzionario inconsapevole che parla a tutti noi. All'incontro che precederà la proiezione prenderanno parte, tra gli altri, l'on. Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti Umani del Senato e il sottosegretario Affari Esteri Benedetto della Vedova. L'evento - con inizio alle 15 (la proiezione è prevista per le ore 17:00) - si svolgerà nella Sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquiro presso il Senato, piazza Capranica, 72, a Roma. L'accesso è solo su invito.

 

28 Aprile 2017   -   Claudia Zella Regista del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale in finale al Concorso "Tulipani di Seta Nera"

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET .:: www.scuoledicinema.com ::. Luci Bianche il Cortometraggio di Claudia Zella Regista emergente del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale è in finale per "Tulipani di Seta Nera" ed è candidato a Miglior Film Corto, Miglior Emergente, Miglior Attrice e Miglior Sceneggiatura. Altri premi tecnici saranno comunicati dopo la proiezione che si terrà il 28 Aprile presso la Casa del Cinema in Roma.

Festival Internazionale Film Corto "Tulipani di Seta Nera" e anche quest'anno sarà accessibile ai sordi! Il Festival, ormai giunto alla decima edizione, è una manifestazione organizzata dall'associazione studentesca universitaria "Università Cerca Lavoro", su idea di Paola Tassone. L'iniziativa ha l'obiettivo di promuovere il lavoro di giovani autori, che, con le proprie opere, raccontano "non il semplice racconto di una diversità, ma l'essenza della diversità, sapendola soprattutto valorizzare". L'obiettivo della manifestazione è quello di far sì che la diversità sia vista nei suoi molteplici aspetti positivi lasciando in tutti coloro che vi parteciperanno uno spunto di riflessione oltre che un arricchimento culturale. Per questa edizione sono previste 3 serate.

Ecco gli appuntamenti a Roma :

  • 28 e 29 aprile alla Casa del Cinema di Villa Borghese
  • 30 aprile al Teatro Olimpico

Durante le due giornate di rassegna alla Casa del Cinema saranno proiettati i 14 cortometraggi finalisti selezionati dalla Giuria. La maggior parte dei corti hanno sottotitoli in inglese, alcuni in italiano e gli altri sono muti; in allegato potete trovare la lista completa. Il 28 e il 29 saranno proiettate anche delle opere fuori concorso: tra queste spicca "Il Rumore della vittoria", un documentario realizzato da Ilaria Galbusera e Antonino Guzzardi, due ragazzi sordi appassionati di sport e cinema che hanno girato l'Italia per raccontare le storie di vita, sport e sordità di sei giovani atleti azzurri. Il Rumore della Vittoria sarà proiettato il 29 aprile alle 12:30 alla Casa del Cinema di Villa Borghese. In allegato la locandina dell'evento. Dopo le due giornate di proiezioni e dibattiti, via al Gran Galà. Il 30 aprile, infatti, si terrà la serata di premiazione. Tra i riconoscimenti da assegnare, quello per il "Premio Miglior Film Corto", per il "Premio Miglior Sorriso Nascente" all'opera prima, per il "Premio Sorriso di VariEtà" assegnato dalla Giuria di VariEtà durante le due giornate di proiezione e per il "Premio Sorriso Rai Cinema Channel" assegnato a uno del 34 cortometraggi selezionati da Rai Cinema e maggiormente visualizzati nella piattaforma web Rai. Saranno inoltre assegnati i premi speciali "Sorriso Diverso", ad attori, attrici e personalità legate al mondo dello spettacolo che hanno dedicato o stanno dedicando la loro interpretazione artistica e la loro attività professionale al valore positivo della diversità. Come nelle edizioni precedenti, anche quest'anno l'ENS ha dato il suo appoggio all'iniziativa garantendo il servizio di interpretariato LIS per tutta la durata della manifestazione. Potete trovare tutte le informazioni sulle tre serate di cinema accessibile sul sito del Festival : www.tulipanidisetanera.it

 

24 Aprile 2017   -   Concorso di Cortometraggi My Eurostars City - C.F.C. Nazionale Scuola di CINEMA

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Il terimine ultimo per participare nel concorso di cortometraggi My Eurostars City è il 24 aprile. Partecipa al 4° concorso di cortometraggi My Eurostars City, organizzato da Eurostars Hotels. E' un'iniziativa destinata a tutti gli appassionati di audiovisivi. Le iscrizioni si chiudono il 24 Aprile 2017 e si possono vincere premi molto interessanti: viaggi a New York, Berlino, Madrid e altre città. Tra il 25 ottobre 2016 e il 24 aprile 2017 si procederà all'attuazione di un'iniziativa promozionale sul sito Web www.myeurostarscity.com, che verrà supportata da attività di comunicazione ai clienti nelle modalità descritte sopra. Gli utenti possono partecipare alla promozione con i loro video tra il 25 ottobre 2016 e il 24 aprile 2017. Scaduta questa data, rimane preclusa ogni possibilità di invio di nuovi video. Il termine per l'emissione dei voti decorre dal 25 ottobre 2016 fino al 28 aprile 2017. Durante il concorso, una giuria scelta da Eurostars Hotels selezionerà 3 opere vincitrici tra tutte quelle partecipanti. Il primo premiato prescelto dalla giuria vincerà un viaggio a New York per 2 persone (volo + soggiorno) e Huawei Talkband B2. Il secondo premiato vincerà un viaggio a New York per 2 persone (volo + soggiorno). Il terzo premiato vincerà un weekend a Berlino per 2 persone (volo + soggiorno). Il pubblico votante potrà scegliere i premi accessit: verrà premiato ogni video in cui appaia un hotel Eurostars e che ottenga almeno 300 voti. Per partecipare, gli utenti devono accedere a www.myeurostarscity.com e registrarsi inserendo i dati specificati di seguito. Successivamente dovranno caricare un video su YouTube e condividerlo con noi attraverso il modulo di registrazione. Per votare non è necessario registrarsi sul sito Web. Sono ammessi solo 3 voti per ciascun indirizzo IP. I voti che non soddisfano questo requisito si considerano nulli e l'utente verrà automaticamente squalificato per la fase di preselezione. Eurostars Hotels si riserva il diritto di annullare i voti in caso di indizi di ottenimento in modo fraudolento. L'utente verrà immediatamente squalificato dalla categoria popolare. Si verificheranno i video i cui voti superino in un 30 per cento le visualizzazioni su YouTube.

Clicca qui per scaricare il    COMUNICATO STAMPA    del Concorso per Cortometraggi di My Eurostars City    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

6 Aprile 2017   -   Casting Cortometraggio "XYZ" - Via Assisi 31 - Roma | Inizio Casting Ore 15:00

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET In occasione delle riprese del Cortometraggio "XYZ" per una Esercitazione non retribuita di Regia del corso di FilmMaker del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma, si cercano Attori per i seguenti ruoli :

  • Francesca : (25-45) di bella presenza, statura media e capelli lunghi
  • Andreina : (25-45) bassa, capelli corti e che sappia imitare la parlata russa
  • Nando : (50-65) di bassa statura e con forte accento romano (se possibile)

I casting si terranno GIOVEDI 6 APRILE dalle ore 15.00 presso Fonderia delle Arti in via Assisi 31. Per chi fosse interessato oltre a presentarsi in sede è pregato di inviare una E-mail all'indirizzo xyzcorto@gmail.com con curriculum e foto.

 

6 Aprile 2017   -   Eugenio Campisano Diplomato in Montaggio è stato Assistente al Montaggio del Film Ovunque tu Sarai

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Eugenio Campisano Diplomato in Montaggio VFX e 3D-Maya presso il Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di ROMA è l'Assistente al Montaggio del FILM "Ovunque tu sarai". Dal 6 Aprile al Cinema.

Chi l'ha detto che il calcio è per soli uomini? Ovunque Tu Sarai vi dimostrerà che è una delle più belle metafore sull'amicizia! Al cinema con Ariadna Romero dal 6 Aprile. Ovunque tu sarai: il poster del film con Ricky Memphis, Primo Reggiani, Francesco Montanari e Francesco Apolloni. Arriverà nei cinema il 6 aprile prossimo Ovunque tu sarai, opera prima di Roberto Capucci con protagonisti Ricky Memphis, Primo Reggiani, Francesco Montanari, Francesco Apolloni e la bellissima Ariadna Romero. Il film è un road movie divertente e scanzonato ambientato tra l'Italia e la Spagna e racconta un viaggio spensierato per sostenere la propria squadra del cuore che diventerà, per quattro amici, un'occasione per mettere in discussione loro stessi e il legame che li unisce.

Trama del FILM Francesco, Carlo, Loco e Giordano, amici da una vita, partono da Roma direzione Madrid per festeggiare l'addio al celibato di Francesco ma soprattutto per fare, come successo già altre volte, un viaggio insieme. In realtà il viaggio è anche un pretesto per andare a vedere la propria squadra del cuore in trasferta in Champions League. Nel loro percorso incrociano quello di Pilar, una splendida cantante spagnola che, inconsapevolmente, porta scompiglio all'interno di un gruppo affiatato favorendo, tra imprevisti, risate e situazioni rocambolesche, anche il venire a galla di diversità, insicurezze e parole mai dette. Al loro ritorno nulla sarà più come prima.

 

26 Marzo 2017   -   Varichina il Film del Docente Ordinario della Cattedra di Regia è in FINALE ai Nastri D'Argento 2017

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Con un riuscito mix di realtà, immaginazione, interviste e finzione scenica, Antonio Palumbo e Mariangela Barbanente narrano in 52 minuti l'incredibile e tormentata esistenza di Lorenzo De Santis, soprannominato fin da giovanissimo Varichina perchè in quanto sbarcava il lunario facendo il fattorino che consegnava i detersivi alle massaie di Bari. Il soggetto del docufilm (deceduto nel 2003) è abilmente interpretato da Totò Onnis, che offre una grande prova di mimetismo e introspezione psicologica rendendo al meglio le due facce del protagonista, cioè lo sfrontato Varichina, che in pubblico non ha alcuna paura a provocare i perbenisti e gli ipocriti e che reagisce con grida e improperi a chi lo insulta per la sua omosessualità, e il Lorenzo De Santis privato, che mostra tutta la sua sensibilità e la sua fragilità alle poche persone di cui si fida veramente. Il ritratto che arriva allo spettatore è quello di un vero e proprio antieroe, che ha scelto di combattere l'arretratezza mentale e il conformismo ripagando con la stessa moneta i propri detrattori e recitando nella vita un personaggio che gli facesse da scudo contro le cattiverie e gli insulti. Difficile non sorridere durante le scene in cui Varichina in dialetto barese (opportunamente sottotitolato) sfotte chi lo attacca rivelando che è un oggetto del desiderio per diverse personalità importanti della città e ricordando che prima o poi passeranno tutti da lui a richiedere i suoi servizi, ma è opportuno non dimenticare mai che il protagonista fa ciò che vediamo su schermo in un'epoca in cui l'omosessualità era purtroppo vista da molte più persone di adesso come una malattia di cui vergognarsi e un tabù da occultare ed esorcizzare. La Bari degli anni '70 e '80 (impossibile da ricostruire con dovizia di particolari per ovvi motivi di budget) diventa così un vero e proprio personaggio della pellicola, che possiamo scorgere non tanto negli interni o nelle ottime riprese del lungomare, quanto fra i volti delle persone che sono state a contatto più o meno stretto con il Varichina pubblico e con quello privato, che raccontano più delle parole il dolore e le vessazioni che ha dovuto subire una persona colpevole solamente di non essere allineato con la morale comune dell'epoca e di non fare nulla per nasconderlo. E'; sicuramente da lodare il lavoro di ricerca svolto dai registi Antonio Palumbo e Mariangela Barbanente, che si sono dovuti scontrare con la difficoltà di reperire informazioni e materiale fotografico e video da un'epoca ancora lontana dai social network e dal bombardamento di immagini a cui oggi siamo sottoposti ogni giorno, oltre che con l'omertà e con l'imbarazzo che circondavano un personaggio del genere. Il montaggio fra le interviste ai testimoni diretti della vita di Lorenzo De Santis e le parti realizzare con attori veri (fra cui è opportuno citare anche Ketty Volpe e Federica Torchetti nella parte delle vicine di casa di Varichina) non è mai ridondante e rappresenta degnamente non solo l'esistenza del protagonista, ma anche la fedele fotografia della società del tempo, che viene mostrata dai registi con tutte le sue contraddizioni e falsità. Si esce dalla sala con tristezza e compassione per un uomo che ha combattuto per tutta la vita a muso duro per l'affermazione dei propri diritti e della propria personalità, senza mai chinare il capo o nascondersi, e venendo perciò punito dalla società con violenza fisica e verbale e con l'emarginazione, che lo hanno portato a vivere i suoi ultimi giorni (su cui opportunamente i registi non calcano troppo) fiaccato psicologicamente e abbandonato dalla città che aveva contribuito a rendere un poco più gioiosa.

 

21 Marzo 2017   -   GRATIS il voucher stampabile da presentare in cassa per ottenere l'ingresso ridotto per l'iniziativa "Wanted

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET GRATIS il voucher stampabile da presentare in cassa per ottenere l'ingresso ridotto per l'iniziativa "Wanted sostiene il cinema di domani". Martedì 21 Marzo, in occasione della Giornata internazionale contro la discriminazione razziale, Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema, con il patrocinio di Amnesty International presentano : "I Am Not Your Negro" di Raoul Peck.

Candidato all'oscar come miglior film documentario, I Am Not Your Negro si basa sugli scritti incompiuti di James Baldwin dal titolo "Remember This House". Narrato dall'inconfondibile voce di Samuel L. Jackson il film propone un'analisi innovativa e quantomai attuale dell'esperienza della battaglia per l’integrazione della comunità afroamericana nel periodo di massimo fermento dei movimenti per i diritti civili. L'amico intimo di Martin L. King, Malcom X e Medgar Evers si pone nella posizione di Testimone degli eventi in corso. Oggi, a trent'anni dalla sua morte, la forza deflagrante di questa testimonianza risuona ancora più prepotentemente nelle nostre coscienze. Questo è un film che tutti dovrebbero vedere, specialmente tutti coloro che hanno dei pregiudizi ma ancora non sanno di averne. Per tutte le info sul film vi invitiamo a consultare la pagina Facebook https://www.facebook.com/events/1916565215242240/

SI RICORDA CHE SU ROMA LA PROMOZIONE E' VALIDA PER IL CINEMA MADISON CHE PROIETTERA' IL FILM IL 21 MARZO ALLE ORE : 15:30 - 17:15 - 19:00 - 21:00 - 22:45

Clicca qui per scaricare il    VOUCHER    valido per la Proiezione del FILM    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

10 Marzo 2017   -   1° International LUCI della RIBALTA Film Festival - Dal 25 al 27 Agosto

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Associazione Mozart Italia Sede di Terni. Mi occupo dell'organizzazione del Luci Della Ribalta Film Fest. Segnaliamo al Docente Ordinario della Cattedra di Ist. di REGIA Antonio Palumbo il nostro Festival e mi ha chiesto di inoltrarvi la notizia per diffonderla ai vostri allievi. Si segnala la Prima edizione del Festival Cinematografico "Luci Della Ribalta", dedicato a corti italiani e internazionali di qualunque genere, con tema libero e con una durata massima di 20 minuti e a videoclip musicali prodotti non prima del 2015. Il Festival prevede tariffe agevolate per gli studenti del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di ROMA - Scuole di Cinema sul SET. Il 1° International Luci Della Ribalta Film Fest si svolgerà nella splendida cittadina medievale di Narni dal 25 al 27 Agosto nell'ambito della 7° edizione dell'International Festival "Luci della ribalta", dedicato all'arte, in generale, e alla musica. Quest'anno, infatti, il Festival "Luci della ribalta", rinomato a livello internazionale dal punto di vista musicale (oltre 20 docenti internazionali d'eccellenza e circa 150 allievi provenienti dai 5 continenti) ha deciso di aprirsi anche alla danza, al cinema e al teatro.

A questo scopo la sezione dedicata al cinema, il "Luci Della Ribalta Film Fest", si pone l'obbiettivo di valorizzare la cinematografia indipendente, privilegiando i giovani autori, i nuovi linguaggi e, in particolar modo, la fusione tra diversi mezzi espressivi e dunque, in particolar modo, quella tra cinema e musica. Proprio a questo scopo, dunque, non tralasciando la natura musicale del Festival, è stata istituita la sezione dedicata ai videoclip musicali, nonchè il Premio speciale Renato Chiesa "Musica e Immagini", dedicato al compositore prematuramente scomparso. Il legame della cittadina di Narni al genere fantasy, inoltre, ha suggerito agli organizzatori la nascita della sezione "Short Fantasy". Il Festival Internazionale "Luci Della Ribalta", realizzato in collaborazione con il Comune di Narni e della Fondazione Carit e patrocinato da Regione Umbria, Provincia di Terni, Comune di Terni, Comune di Sangemini, Camera di commercio di Terni, Stiftung Mozarteum Salzburg e Forum austriaco di cultura, si svolgerà dall'11 al 28 Agosto nella splendida cornice della cittadina medievale di Narni (TR) in Umbria. Durante il festival si terranno numerosi eventi musicali, teatrali e legati al cinema e alla danza. Inoltre sarà prevista, come ogni anno, una sezione dedicata alle masterclasses. Rimandiamo, dunque, al nostro sito web e alla nostra pagina film free way per maggiori informazioni e iscrizioni. Per ulteriori INFO consultare : www.mozartitaliaterni.org/concorsi/cinema

 

25 Febbraio 2017   -   LUCI BIANCHE - Intervista a Claudia Zella Diplomanda in Regia e Sceneggiatura presso il C.F.C. Nazionale

Scuola di Cinema di ROMA "Luci bianche" è un corto proveniente dal Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma e diretto da Claudia Zella ed è la storia di una scoperta e di una rinascita. Le "Luci bianche" rappresentano la sincerità con la quale i tre protagonisti si mettono a nudo uno di fronte all'altro, una nudità dell'anima ovviamente e che appunto rappresentano le "luci bianche" del titolo.

Trama - E' la storia di una moglie, Luisa, interpretata da Giulia Mombelli, che viene tradita dal marito, interpretato da Cataldo Vinci, con la prostituta Lola, interpretata da Ester Vinci. La loro è una vera relazione fissa solo a letto e la moglie decide così di andare a parlare con la prostituta per capire i motivi di questo tradimento. Lei è convinta che la colpa sia sua perchè evidentemente, da donna succube, deve aver fatto mancare qualcosa al marito. Ma durante il confronto con la prostituta Lola, si rende conto che le cose stanno diversamente, che non è lei la colpevole di questa situazione, ma ciò che prova il marito. Il confronto tra le due donne è molto duro e la moglie da questo confronto ne esce assolutamente cambiata e molto più forte di prima. La stessa Lola colpisce la moglie per il suo disincanto e la sua schiettezza nel far capire i problemi di suo marito. La sensibilità di Lola riesce a capire l'animo di questo marito e a spiegare alla moglie ciò che lei non aveva mai capito. La moglie ne esce così consapevole del suo ruolo di donna e moglie. Il finale è tutto da scoprire e non banale.

Molto belle sono queste due figure femminili che rappresentano il fulcro della storia; due donne che invece di rivaleggiare e di accusarsi l'un l'altra si confrontano, si capiscono, ne escono, da questo confronto, entrambe diverse. Davvero meritano le due protagoniste, Ester Vinci e Giulia Mombelli, che danno quella drammaticità asciutta e senza scene madri ai loro ruoli assolutamente non facili da interpretare, perchè sarebbero potute cadere facilmente nei clichè dei ruoli ed invece risplendono come "luci bianche". Molto bella anche la fotografia del direttore della fotografia Andrea Vitiello, una fotografia dai toni soffusi, nei chiari e nei scuri, senza essere mai invasiva riguardo la storia. Da menzionare anche l'art designer Marianna Sartore e l'aiuto regista Donato Colantuono al fianco della brava regista Claudia Zella. Proprio quest'ultima ha dedicato del suo tempo a Newsly, rispondendo ad alcune domande riguardo al film. Di seguito l'intervista a Claudia Zella.

- Claudia, perchè hai deciso di raccontare questa storia così forte e drammatica?

L'idea è nata da una conversazione con un amico sulle prostitute e la visione di alcuni uomini che non vedevano la cosa in modo grave, ovviamente non tutti. E' stato un dibattito acceso dove ero fermamente convinta di avere ragione; nei giorni successivi ho riflettuto e da lì ho sentito la voglia di raccontare questa storia.

- Dalla tua regia vengono fuori due figure femminili molto belle sia pur nella loro imperfezione e una figura maschile che non ne esce bene. Parlamene un po'.

Quando ho scritto questa storia, creando il background dei personaggi, ho voluto creare tre persone totalmente diverse l'uno dall'altra. Questo perchè riprende quello che ho capito dal dibattito con il mio amico. Tutti siamo diversi e possiamo non condividerlo ma rispettarlo si. Ho cercato di tenere la mia opinione in disparte e nessuno dei tre caratteri mi appartiene.

- Il corto "Luci Bianche" ha bisogno di essere distribuito nei festival, come ti stai muovendo in tal senso?

Da gennaio cominceremo a farlo girare nei festival, sperando prima di tutto che piaccia perchè vuol dire che avrò lavorato bene insieme al mio gruppo di lavoro, a tutte le persone che mi hanno aiutato. Sicuramente sono all'inizio e ho ancora tanto da imparare. Uno dei principali insegnamenti dei miei maestri è stato quello di volare basso e rilanciare per crescere. Quindi sicuramente partiremo da festival accessibili, poi magari punteremo più in alto ma con i piedi sempre saldati per terra.

 

7 Febbraio 2017   -   Continua il successo del FILM Varichina - Proiezioni nel Teatro Romano Apollo 11 - Scuola di CINEMA

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Chi è Lorenzo De Santis? Nato nel 1938 e morto nel 2003, è stato un'icona tra gli anni '70 e '90 a Bari. Diversamente maschio, soprannominato "Varichina", è stato il primo a mostrare la sua diversità senza vergognarsi. Nella sua vita ha fatto di tutto: il posteggiatore abusivo, lo chaperon di prostitute, le pulizie ai bagni pubblici e venditore di candeggina porta a porta da quando era bambino. Ed è da qui che proviene il suo soprannome.

Varichina totò onnis Difficile definirlo DocuFiction. O comunque la definizione resta stretta. Varichina è qualcosa di più, un lavoro inafferrabile basato sulla ricostruzione di parti della vita del protagonista (interpretato da Totò Onnis). Un ritorno sui luoghi di Bari attraverso un corpo che riprende vita, partendo dall'articolo "Viva Varichina" di Alberto Selvaggi pubblicato nel 2013 sulla Gazzetta del Mezzogiorno. Il mediometraggio realizzato da Mariangela Barbanente e Antonio Palumbo però non punta su una ricostruzione biopic. Sembra invece privilegiare l'impatto che Varichina ha avuto nella città, il ricordo che ha lasciato. Riprende vita attraverso le numerose testimonianze (tra cui quella del regista Nico Cirasola) e viene mostrato il contesto in cui è cresciuto, durante la guerra attraverso gli unici spezzoni documentari dell'Istituto Luce.

"L'unica macchia di colore in una città grigia com'era Bari negli anni '70". Più facce di una personalità. Partendo dagli aneddoti. Ma si va poi più in profondità. Attraverso le due facce di Varichina. L'eccentricità e il malessere. Come lo strappo drammatico della foto del matrimonio dove non è stato incluso. Totò Onnis sembra quasi il doppio del protagonista. Materializza l'assenza del suo corpo. E questo stato si manifesta nella potente scena della camminata al cimitero. L'attore e il personaggio sono divisi. Ma sembrano una cosa sola. E tra finzione e documentario i confini diventano sempre più labili. Anzi, qui sono come negati. Regia: Mariangela Barbanente, Antonio Palumbo - Interpreti: Totò Onnis, Ketty Volpe, Federica Torchetti - Distribuzione: Ismaele Film - Durata: 52'; - Italia 2016

 

22 Gennaio 2017   -   MAGGIO 2017 - WorkShop GRATUITO di RECITAZIONE della Scuola di CINEMA - C.F.C. NAZIONALE

Scuola di Cinema di ROMA Impara a Recitare e a capire come superare le AUDIZIONI davanti alla Macchina da Presa - MAGGIO 2017 ... WorkShop GRATUITO di RECITAZIONE del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale. Classi a numero chiuso. Per accedere al corso è prevista la partecipazione ad un WorkShop propedeutico di una o due giornata/e tenuto/e dai Docenti del Corso Professionale di RECITAZIONE.

WorkShop GRATUITO di RECITAZIONE sul SET DEL CENTRO DI FORMAZIONE CINEMATOGRAFICO NAZIONALE - MAGGIO 2017 Via Assisi 31, Roma. Il Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di ROMA apre anche le selezioni per il Biennio di Recitazione Cinematografica per l'A.A. 2016 / 2017 e 2017 / 2018. La Direzione è affidata all'attore Cinematografico Televisivo e Teatrale Pietro De Silva. Il corso, della durata di 2 anni, consiste in 420 ore annuali di lezione più 80 ore di laboratorio. Si ricorda che le ore di laboratorio sono seguite da un Responsabile di Produzione e/o un Docente Ordinario di Cattedra e comprenderanno, se necessario, anche gli allievi degli altri corsi della Scuola di CINEMA sui SET. Il WorkShop si svolgerà a Roma, presso la sede della Scuola in Via Assisi 31 MAGGIO 2017. Ai candidati - muniti di foto e CV in formato cartaceo - sarà richiesto di sostenere almeno una delle seguenti prove : Prova di Recitazione : monologo (o scena con spalla) tratto da un Film - Prova di Inglese : Monologo (o scena con spalla) in Inglese tratto da un Film (facoltativa). Per accedere all'Audizione è obbligatorio prenotarsi contattando la segreteria della scuola ai seguenti numeri: 06 7842112 - 334 9182821. Per chi avesse già frequentato un corso professionale di recitazione o chi volesse approfondire una sola delle materie di studio è possibile frequentare i singoli moduli, per info contattare la segreteria.

Clicca qui per scaricare il    COMUNICATO STAMPA    del WorkShop di RECITAZIONE fissato per MAGGIO 2017    Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di Roma

 

7 Gennaio 2017   -   Chiama OGGI per conoscere le Novità del Centro di Formazione CInematografico Nazionale - ROMA

Scuola di Cinema sul SET - Aperte le ISCRIZIONI ai CORSI PROFESSIONALI di CINEMA, TV e Teatro sul SET Prenota OGGI la tua presenza ai Bienni di REGIA, FOTOGRAFIA MONTAGGIO e alle AUDIZIONI di RECITAZIONE Cinematografica Televisiva e Teatrale sui SET. Vieni a Trovarci per conoscere le IMPORTANTI novità del prossimo Anno Accademico. Biennio di FilmMaker con DIPLOMI in Regia, Fotografia e Montaggio e Biennio con Specializzazione in Recitazione Cinematografica Televisiva e Teatrale. Non esitare e Invia la tua RICHIESTA scrivendo una E-Mail a segreteria@scuoledicinema.com

Premessa IMPORTANTE della Scuola di CINEMA

Informiamo che gli Allievi, durante il percorso di Studi avranno a disposizione tutti i MATERIALI di un SET vero e proprio, COMPLETO in ogni suo REPARTO. La Scuola fornisce ai propri iscritti tutti i materiali didattici (Manuali, Dispense, Appunti) in formato elettronico (vedi PDF, DOC, DOCX e/o Video in DV, HDV o Full HD) a titolo completamente GRATUITO. Vi invitiamo inoltre a visitare la nostra struttura situata in Via Assisi 31 dove saremo lieti di discutere ed approfondire personalmente ogni richiesta. CHIAMA e vieni a trovarci presso la nostra sede a ROMA   Tel.: 06 7842112   Cell.: 334 9182821

Materiali a disposizione degli Allievi di FilmMaker
Tre Macchine da Presa (MDP) 2 Super 35mm, 1 HDV e una GoPRO 4K completamente accessoriata. SteadyCam Cinematografica D/200, una decina di Fari ARRI a incandescenza da 650, 1000 e 2000 Watt. Due Green Screen e un Black Screen da 30 metri quadri con Telai. Stativi, Manfrotti e Carrello Cinematografico. Cinque WorkStation da 12 Core con 32 GB di RAM dotate di schede grafiche Nvidia di ultima generazione. Mixer audio accessoriato di cuffie Sennheiser Headphones.

Materiali a disposizione degli Allievi di RECITAZIONE
Oltre ai materiali di ripresa sopracitati, sono a disposizione degli allievi del Corso Professionale di Recitazione tutte le attrezzature (Armi, Spade, Fioretti etc.) per simulare anche le situazioni più estreme, come quelle che si presentano all'interno di un SET Cinematografico.

Già in dotazione negli STUDIOS della GeaFilm Produzioni
Presenti presso la GeaFilm Produzioni e a sostegno del Centro di Formazione Cinematografico Nazionale di ROMA, 2 DRONI per la realizzazione di RIPRESE AEREE in Alta Definizione (Full HD, 2K e 4K).

 


Scuola di Cinema della Fonderia delle Arti

Scuola di Cinema sul SET